Written by Matteo L

Se non stai facendo delle onde non stai navigando

If you’re not making waves, you’re not under weigh. – (Se non stai facendo delle onde non stai navigando)

Non può che prendere avvio da questa frase dell’ammiraglio Nimitz, la mia navigazione con lo “Champagnat”, sì perché la lingua inglese mi sarà affidabile compagna di viaggio per 4 anni.

E poi, malgrado questa afosa estate del ’22, vedo garrire le bandiere, infatti, complice la vicinanza al mare e le correnti, qui, sul ponte I, in plancia, c’è sempre un refolo d’aria, fresca e soprattutto pulita.

Mi sono avvicendato nell’estate del ’18 al comando dell’unità rilevando un autentico Fratello Marista, eredità quindi già complicata, per di più sciogliendo gli ormeggi verso un mare che percepivo inquieto sebbene i “notam” meteo lo prevedessero invece quasi calmo.

Un equipaggio numeroso vario e variamente capace mi ha accompagnato nella rotta: alcuni, peraltro, si sono rapidamente imbarcati altrove, altri invece sono stati sbarcati ed altri ancora sono rimasti con motivazioni e volontà diverse ma, senza eccezione, sono stati sempre tutelati. Legittimamente non a tutti può essere piaciuto il comandante: francamente non l’ho mai preteso e nemmeno più di tanto me ne sono interessato o adesso me ne cruccio: ciò che sempre e solo ha costituito la mia missione è stato riportare in linea di galleggiamento la nave, nell’interesse dell’Armatore, dell’Equipaggio stesso ma soprattutto, dei Passeggeri.

Già la linea di galleggiamento e il massimo carico sostenibile (Linea di Plimsoll) … la nave necessitava di alleggerirsi di un fardello troppo pesante e portato troppo a lungo pena un rapido ingavonamento: ecco il perché di scelte dolorosissime vissute umanamente e spiritualmente in modo tanto devastante quanto solitario. Inoltre, è vero, non ci sono state le belle feste che hanno caratterizzato le precedenti spensierate crociere però nemmeno collisioni e/o avarie fatali malgrado i tanti iceberg che periodicamente, con sorprendente tempismo, si sono frapposti sulla rotta.

Forse alle volte si è navigato a vista? Forse sì, tuttavia se gli apparati non ricevono il segnale dal satellite allora occorre essere capaci di orientarsi con la bussola, con nervi saldi e cuore ardito, per quanto ciò sia faticoso, richieda tempo e tanta passione per la navigazione.

I Passeggeri, finalmente! La parte più entusiasta, felice e motivante di tutta questa storia! Un privilegio poter lavorare e navigare per e con loro, dai ponti inferiori fino al III e poi solo, purtroppo, al II.

Incredibile vedere come hanno affrontato e superato ogni tempesta, ogni fortunale o sventura che si è abbattuta sulla navigazione: intrepidi, audaci e coraggiosi! Forse grazie all’incoscienza di chi sa che il tempo gioca a proprio favore, forse per la consapevolezza che grazie alla tecnologia nulla è più impossibile, forse in virtù di una Fede ora inconsapevole ma già salda come la certezza che dopo ogni uragano il mare torna comunque a placarsi. Davvero straordinari: i comandanti debbono sempre dare l’esempio ed essere autorevoli ma questo è direttamente funzionale alla fiducia ed all’affidamento dei propri Passeggeri. Per loro, i Ragazzi, non esistono parole di ringraziamento sufficienti ad esprimere la mia Riconoscenza e la mia Gratitudine.

La navigazione termina, la nave attracca nel porto, i passeggeri sbarcano sulla banchina gremita di familiari, chi felice di tornare a terra chi, invece, non vede l’ora di ripartire. Poi tocca all’equipaggio scendere in attesa del prossimo imbarco, chi con interesse curioso della nuova destinazione chi per stabile routine.

Anche il Comandante lascia, non abbandona, la nave dopo essersi accertato che la stessa sia in sicurezza per la riconsegna all’Armatore.  Prende terra per ultimo quando la banchina è deserta perché chi compie il proprio dovere non vuole né cerca riconoscimenti o gratitudini, vive infatti tutto ciò nella consapevolezza di aver fatto bene il proprio lavoro e perché, finalmente, se si guarda alle spalle, serenamente, ha buona ragione di non vedere più nessuno.

Angelo Nelli      

Written by Matteo L

CAMPI ESTIVI GVX

Con i campi svolti nella località di Entracque si concludono le attività della Pastorale Giovanile e della scuola.

Il campo ad Entracque assieme alla scuola Marista di Cesano Maderno rimane sempre un’attività ad alto contenuto educativo. E’ una sfida che i ragazzi fanno con se stessi per uscire dai loro schemi, per abbandonare la loro confort zone e lanciarsi nella bellissima avventura della vita.

Sono stati tre turni intensi, ricchi di attività, momenti di riflessione, amicizia e spazi di preghiera comunitaria.

Un particolare ringraziamento va a Fratelli Stefano, Paolo, Claudio, Zeno ed Antonio per aver vissuto con noi questa esperienza, ai responsabili Matteo, Chiara, Daniela, Valeria per la loro costante presenza e a tutti gli animatori che hanno supportato le varie attività.

Ecco gli album per rivivere i bei momenti vissuti:

Primo Turno: https://photos.app.goo.gl/mdyVnAn6Yo6HiZJc7

Secondo Turno: https://photos.app.goo.gl/3R1CvfvjPWQWpo8s6

Terzo Turno :https://photos.app.goo.gl/8yQVptf6FSXWQyoH8

Ora veramente possiamo dire “buone vacanze a tutti” ci rivediamo a settembre pronti per iniziare un nuovo anno GVX.

Il Gruppo di Pastorale

Written by Matteo L

Comunicato Istituto Champagnat n°1

La Provincia Marista Mediterranea (a cui appartiene l’Istituto Champagnat di Genova) coglie l’occasione con questo comunicato di precisare quanto segue: In primis, si ribadisce il nostro impegno per Genova ed in modo particolare per l’Istituto Champagnat.

I Maristi si sentono pienamente integrati nella società genovese e vogliono continuare a prodigarsi per il mantenimento dell’attività educativa e religiosa in questa città. In secondo luogo, il progetto educativo marista a Genova ha una storia significativa, un presente pregnante e, soprattutto, un futuro di grandi prospettive.

Il nostro legame con Genova, e con tutte le famiglie, studenti, docenti e non, ex alunni è molto forte, ed è cresciuto e si è rafforzato nel corso degli anni, accumulando esperienze e alimentando la nostra fede nello sviluppo della missione educativa marista. In terzo luogo, si intende chiarire il funzionamento interno alla Provincia Marista Mediterranea per quanto riguarda la nomina dei ruoli direttivi (Direttori dell’opera, Coordinatori didattici, Delegati di pastorale, Amministratori…): è consuetudine che queste cariche siano rinnovate periodicamente in tutte le opere della Provincia (Spagna, Italia e Libano), in base alle diverse circostanze che si possono presentare.

In ogni caso, le variazioni all’organigramma di ogni scuola o centro educativo vengono comunicate alla fine dell’anno scolastico, con trasparenza e normalità. Pertanto, come accade ogni anno, entro i primi giorni di giugno sarà pubblicato l’organigramma che includerà le persone designate alle funzioni direttive di ogni scuola e, in caso di cambi, verrà attivato il processo di passaggio delle consegne.

Questo trasferimento, come consuetudine nella nostra organizzazione e come è già avvenuto anche a Genova negli anni passati, avverrà in maniera ordinata e rigorosa per garantire un adeguato svolgimento delle attività e del servizio offerto alla comunità educativa.

In ogni caso, il 1° settembre, con l’inizio del nuovo anno scolastico, le persone incaricate saranno pienamente integrate nelle dinamiche della scuola e pienamente dedicate al servizio dell’educazione e della nostra missione marista.

Desideriamo, infine, ringraziare tutta la comunità educativa per la collaborazione e la disponibilità a condividere la missione marista all’interno dell’Istituto Champagnat di Genova.

Cordiali Saluti L’Equipe di Comunicazione della Provincia Marista Mediterranea

Via Caprera, 1A 16146, Genova (Italy) coordinatoreeai@maristimediterranea.com

Written by Matteo L

Raccolta Buoni Scuola

Come ogni anno la scuola ha aderito ad alcune raccolte “buoni scuola” , nello specifico ecco quelle attualmente in corso:

Esselunga – Amici di scuola

Amici di Scuola quest’anno spegne 7 candeline con alcune novità: dal 6 settembre al 17 novembre i clienti riceveranno i Buoni Scuola, in funzione della spesa effettuata, e potranno consegnarli alla scuola di preferenza, oppure, in alternativa, donarli direttamente da casa tramite l’App Amici di Scuola, disponibile gratuitamente su Google Play e App Store.

Maggiori dettagli al seguente link: https://www.amicidiscuola.com/atpc/amicidiscuola/j/iniziativa

I buoni scuola possono essere depositati nell’apposita scatola posizionata all’ingresso della Segreteria o all’ingresso dell’infanzia.

Amazon – Un click per la scuola

Partecipa alla nuova edizione di Un click per la Scuola, Amazon donerà una percentuale della tua spesa a una scuola a tua scelta

A partire dal 6 settembre 2021 fino al 6 febbraio 2022, Amazon donerà alle scuole una percentuale di tutti gli acquisti di prodotti venduti su Amazon.it effettuati dai clienti che hanno aderito all’iniziativa.

La scuola potrà utilizzare il credito virtuale ricevuto per selezionare e ricevere gratuitamente attrezzature informatiche, materiale didattico e tutti i prodotti di cui la scuola ha bisogno scegliendo da un catalogo di oltre 1.000 prodotti.

Durante le precedenti edizioni dell’iniziativa, Amazon ha donato alle scuole italiane 5.9 milioni di euro.

Maggiori dettagli al link: https://www.unclickperlascuola.it/

Quest’anno si è scelto di attivare l’iniziativa solamente usando il codice meccanografico della primaria GE1E012008 per avere tutto il credito su un unico account.

Coop – per la scuola

dal 9 Settembre al l’1 Dicembre 2021 ogni 15 euro di spesa con l’acquisto di prodotti Vivi Verde e/o con l’acquisto di prodotti sponsor, i clienti riceveranno un buono Coop per la Scuola, insieme a un bollino utile a collezionare i prodotti della linea Art-Ecò by Nespolo e un QRcode per velocizzare la raccolta di figurine digitali degli Artonauti.

Maggiori dettagli al seguente link: https://www.coopperlascuola.it/atpc/coopperlascuola/j/iniziativa

I buoni scuola possono essere depositati nell’apposita scatola posizionata all’ingresso della Segreteria o all’ingresso dell’infanzia.

Grazie per il sostegno che riceveremo!!!

La redazione dello Champagnat

Written by Matteo L

World Bee Day

Il 20 aprile si è festeggiato il World Bee Day.

Questa ricorrenza è stata istituita nel 2017 dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite e coincide con la nascita di Anton Janša (1734-1773), un allevatore e apicoltore sloveno, ricordato come uno dei precursori dell’apicoltura razionale.

Obiettivo di questa giornata è sensibilizzare l’opinione pubblica sull’importanza degli insetti impollinatori e sul ruolo fondamentale che rivestono per lo sviluppo sostenibile e la biodiversità.

La cella dove si sta sviluppando l’ape regina

Tutti gli impollinatori volando di fiore in fiore permettono alle piante di impollinarsi. Il 75% delle colture alimentari mondiali è frutto del loro lavoro.

Grazie all’incessante lavoro delle api sono molti i prodotti di cui possiamo godere: miele, polline, pappa reale, propoli, cera.

Regine al centro e api operaie

L’ape è un insetto sociale infatti le api che appartengono allo stesso alveare collaborano in un rapporto sorprendente di cooperazione in cui ogni ape da quando nasce e per tutto il resto della propria vita svolge diverse mansioni per la sopravvivenza dell’intera colonia.

L’apiario

Le api sono ottimi bioindicatori e grazie alla loro presenza e al loro stato di salute possiamo conoscere la qualità dell’ambiente.

Purtroppo negli ultimi anni stiamo assistendo alla scomparsa di molte specie vegetali e animali: attualmente molti insetti e soprattutto quelli impollinatori sono a rischio. L’utilizzo di pesticidi, diserbanti, fertilizzanti chimici, produzioni intensive, malattie, inquinamento e cambiamenti climatici minacciano la loro sopravvivenza.

Sciame

Ecco perché la giornata delle api è una giornata importante, poiché sottolinea nuovamente l’importanza della tutela dell’ambiente, anche grazie al contributo e alle scelte dei singoli individui.

Professoressa Sara Traverso

La redazione dello Champagnat

1 2 3 16