Written by MB

Convocazione Consiglio di Istituto

Per il giorno 16 maggio alle ore 18,00 è convocato il Consiglio di Istituto nella sessione primaverile e nei membri che ne risultano partecipi, in attesa del rinnovamento dello stesso all’inizio del prossimo anno scolastico.

Ricordiamo i componenti di questo importante organo di consultazione e invitiamo i genitori o chi fosse interessato a far pervenire osservazioni e suggerimenti a queste persone che ne potranno riportare notizia nel terzo punto dell’ordine del giorno.

Presidente Lampis Luca
Coordinatore didattico Banaudi Massimo
Docenti De Mattei Ilenia

Cardinale Roberta

Ravettino Pierluigi

Bisio Carola

Padovano Matteo

Personale ata (amministrativo, tecnico ausiliario) Rattazzo Simone
Alunni Iguera Andrea

Queirolo Filippo

Genitori rappresentanti Pollio Maurizia

Nicotera Maria Laura

Modestino Manuela

Ricchetti Arianna

Gambardella Laura

Puppo Cristina

Messina Federica

All’ordine del giorno:

  • Calendario 2018/19
  • Stato dell’arte sui progetti di rinnovamento (scolastici e sportivi)
  • Varie ed eventuali

Si porgono distinti saluti

Il presidente del Consiglio di Istituto

Sig. Lampis Luca

Written by MB

Circolare di inizio maggio

Gentilissime famiglie dello Champagnat,

con il mese di maggio ci troviamo in un periodo in cui celebrazioni, speranze, attività di preparazione all’estate si mescolano ad un po’ di stanchezza e al bisogno, sentito da tutti, di non sprecare la bellezza dei primi caldi e della nuova stagione.

Compito delle famiglie, e anche della scuola, è insegnare ad accogliere ogni stagione con lo spirito vigile e lo sguardo grato sui doni di questi giorni.

Giorni di celebrazioni.

Chi sabato scorso ha partecipato alla Celebrazione delle scuole cattoliche per i Novecento anni della nostra cattedrale sa come è bello che, genitori, docenti e ragazzi, si uniscano per alzare lo sguardo ai valori della fede, al nostro essere oltre che cittadini o studenti, anche discepoli. In maggio queste occasioni di alzare lo sguardo e di trasmettere i valori della fede si moltiplicano.

Come scuola cattolica viviamo insieme il cammino che porta i bambini di terza elementare a ricevere l’abbraccio consolante del perdono del Signore, proprio oggi viene offerto loro il dono della prima Confessione, in mattinata, in forma feriale e festiva al tempo stesso: un momento incastonato nelle ore di scuola perché il perdono del Signore, a cui tutti noi adulti aspiriamo, arriva dentro i nostri giorni e ce li fa rivivere conciliati con noi e con gli altri.

Sabato 12 poi saranno i bambini della quarta elementare ad incontrare per la prima volta il Signore nella Parola, nel Pane, nel Sacrificio che Lui continua ad offrire per ciascuno di noi. La Prima Comunione è una festa bellissima non solo per i vestitini, le coroncine, i fiori e i regali, ma perché è data possibilità ai bambini, e a noi nel ricordo e nell’attesa, di vivere l’intimità con una Persona che non li giudica, non li obbliga, ma semplicemente li accompagna e offre loro una delle dimensioni profonde che rendono bella la vita, la Comunione. Il fatto che questa festa sia così vicina alla festa della mamma (il giorno dopo) rende ancora più chiara a quale profondità si avvicina l’amicizia con il Signore: all’amore di una madre frutto di desiderio, di custodia, di libero distacco e di intercessione (questo, in ordine, le mamme fanno con ognuno di noi, anche quando ci sembrano distratte, anche quando non ci sono più).

E proprio per onorare la Madre della Chiesa in questo mese di maggio il gruppo di pastorale sta organizzando molteplici attività che rendono la nostra scuola veramente Marista:

  • il pellegrinaggio in ogni classe della riproduzione della statuetta che san Marcellino teneva in camera sua, la Buona Madre;
  • l’accoglienza, martedì 15 maggio, di una riproduzione della Madonna di Fatima alle ore 10 del mattino, una “Peregrinatio Mariae” organizzata dalla parrocchia di San Pio X e dal parroco don Matteo Pescetto (chi potesse intervenire è benvenuto)
  • la tradizionale messa alla Madonna della Guardia, venerdì 1 giugno, a conclusione e offerta del lavoro di un anno (conclusione che condivideremo anche due giorni dopo la festa di San Marcellino, il 6 giugno, con la celebrazione venerdì 8, alle ore 11,00 presso la nostra cappella della Messa con il cardinal Angelo Bagnasco)

Giorni di speranze

In questi tempi non ho mai commentato l’alta visibilità dello Champagnat nei giornali e sui siti di News genovesi, condivido però con voi la speranza (piccola, quella grande la vorrei dedicare a ben altre realtà) che si arrivi presto a sciogliere il nodo che riguarda il bene immenso delle nostre piscine e dei nostri spazi sportivi in tempi…brevi… Mi permetto anche di  rassicurare che tutte le lettere che singoli o gruppi hanno scritto finora per cercare di attirare l’attenzione su una situazione da smuovere sono state sempre condivise e anche elogiate dalla scuola.

Quando finirà il tempo delle attese bisognerà trovare le parole giuste per ringraziare i moltissimi, famiglie, docenti, amici, che hanno saputo stringere i denti, aspettare, ascoltare, attendere, sempre per il bene di una scuola e dei ragazzi che, dai 2 ai 19 anni, meritano tutta la nostra   tenacia e speranza.

Giorni di attività

 Come al solito (e più del solito) tante, importanti, decisive…Non parlo solo di interrogazioni, verifiche, recuperi. Non solo di gite (una sarà a Salisburgo, di varie classi) e preparazioni per i centri estivi. Vorrei attirare la vostra fattiva attenzione su due attività in particolare:

  1. Chiedere a voi genitori, basta uno per famiglia, di compilare sul sito della scuola il questionario di soddisfazione entro il 15 di maggio. L’anno scorso, purtroppo, la avete fatto in pochissimi, mettendo così in difficoltà la scuola nel sapere su quali punti deve migliorare. Confido nel vostro aiuto alla scuola e nella vostra sollecitudine
  2. Mercoledì 16 maggio, alle ore 18 si terrà il Consiglio di Istituto, per vari motivi questo organo fondamentale non è stato rinnovato quest’anno (lo sarà all’inizio del prossimo anno scolastico) quindi lo stesso Consiglio dell’anno scorso, sotto la presidenza del Signor Luca Lampis avrà l’incarico di redigere e far conoscere il calendario del prossimo anno, di riflettere sul progetto di rilancio della scuola e coordinare altre novità che riguardano la scuola. Chi fosse interessato a far pervenire richieste può trovare sul sito i nomi degli attuali membri del Consiglio per ogni singola realtà del nostro Istituto.

In questa circolare, così poco unitaria, abbiamo comunque toccato punti fondamentali per una scuola marista. Avete letto di mamme e di Maria, di speranze che camminano alla velocità dei nostri passi, di fede in chi, più grande di noi, sostiene le nostre fatiche. Di errori e di promesse di miglioramento. Quasi un programma.

Distinti saluti.  Fratel Massimo Banaudi

Written by MB

Tempo (anche) di questionari di soddisfazione

Che una scuola non dipenda dal preside io ce l’ho chiarissimo: nonostante quello delle Medie e del Liceo allo Champagnat alcune cose funzionano! Una scuola è un sistema complesso dove memoria e speranze, famiglie e docenti, alunni e discipline, società e scelte individuali costruiscono giornate che sono al tempo stesso fragili e fondanti, a volte avvelenate dalla noia e dal risentimento, a volte illuminate da scoperte e sorrisi. La scuola la facciamo tutti. Tutti.

Troppo facile dare “le colpe” alle famiglie, ai docenti, alle leggi, ai tempi oscuri e, sì, troppo facile darle al preside…

Il terzo strumento più importante per conoscere la percezione, i disagi, le aspettative che ognuno di noi ha sulla scuola è il questionario annuale di soddisfazione: importantissimo, fondamentale, prezioso, snobbato… Dico snobbato perché la percentuale delle famiglie che lo ha compilato qui a Genova negli ultimi due anni è imbarazzante…siamo sul 3 o 4%.

Docenti e alunni giocano in casa e quindi lo fanno in molti. MI PERMETTO DI CHIEDERE ALLE FAMIGLIE CON CORTESE IMPERTINENZA DI REGALARE 10 MINUTI ALLO CHAMPAGNAT COMPILANDO IL QUESTIONARIO. Abbiamo tempo fino a metà maggio il 15 per l’esattezza,  è uno strumento molto importante per conoscere (e poi far conoscere a tutti) le vostre impressioni sulla scuola.

(gli altri due strumenti per far conoscere i problemi? primo il dialogo, secondo la pagina dei reclami e suggerimenti presente sul sito, terza voce della finestrella Chi siamo, usatela, per favore, ogni martedì mattina il consiglio della scuola li esamina).

Questionario dei genitori:

  1. Per i genitori della primaria e secondaria:

http://encuestasn.maristasmediterranea.com/

password da utilizzare a Genova: gen6

  1. Per i genitori dell’infanzia:

https://goo.gl/forms/x1CSDZ7bKTTVUw0B3

 

Alunni

  1. Scegliere bene il settore, la classe e la sezione è fondamentale per avere una valutazione dei docenti attendibile. Se gli alunni sbagliano o il settore o la classe, o la sezione in automatico la valutazione dei docenti sarà falsata.
  2. Prevedere che la valutazione dei docenti della scuola secondaria è per tanti alunni una novità in assoluto. Non  serve per giudicare, ma per aiutare il docente a migliorare i suoi punti deboli, non è punitiva. Se l’alunno non sopporta il docente, c’è la domanda sul tipo di relazione; le difficoltà relazionali non devono condizionare le risposte alle altre domande.

http://encuestasn.maristasmediterranea.com/

password per Genova: gen6

Docenti

http://encuestasn.maristasmediterranea.com/

Genova: gen6

Written by MB

Un altro video dei nostri studenti di Chicago: Jasmine Baldwin!

Magari qualcuno penserà che la scuola dia troppa importanza a delle semplici esperienze di scambio ed apertura con altre realtà del mondo. Personalmente penso che in giorni in cui si parla di scuola come spazio di mancanza di autorevolezza, luogo di prepotenze fisiche e psicologiche, ricordare che è possibile far vivere esperienze ai ragazzi di dialogo, bellezza, conoscenza e stupore sia molto importante: più ne facciamo più contrastiamo le derive che riempiono i giornali in questi giorni.

Quello qui sotto è il video che l’alunna Jasmine Baldwin, (in alto nel titolo…) della nostra scuola di Chicago, ha fatto sull’esperienza vissuta in Italia e allo Champagnat, vi invito a vederlo:

Written by MB

Marist School a Genova: la lettera di ringraziamento di Kaylee Harris

Kaylee è una ragazza d’oro. Da due anni lei e la sua famiglia di Chicago aprono la loro casa, preparano cene, organizzano uscite per i nostri studenti di Genova (vero Andrea e Alessandro?)  Ora è toccato a lei venire in Italia. Leggere le sue parole e vedere il video-ricordo, bellissimo,  che lei ha preparato mi ha commosso. Davvero.

Preparare queste esperienze tutti insieme può essere faticoso, ma se i risultati sono questi…ne vale la pena!  (guardatevi il video, mi raccomando, un grazie sentito anche alla scuola San Leone Magno di Roma che ci ha aiutato molto in questa occasione)

Ciao! My name is Kaylee Harris and over spring break this year I was able to spend some of the best days of my life in Italy with the Marist Italian exchange program. I was fortunate enough to first host an Italian exchange student in April of 2017 and host another Italian student in November of 2017. Going on this trip gave me the opportunity to put my Italian language skills to the test and reunite with the Italian exchange students.
Accompanied by Brother Massimo, the president of Instituto Champagnat in Genova, we spent our first few days in Milan where we visited the Duomo cathedral, Castello Sforzesco, and of course did lots of shopping! Next, we traveled to Rome where we spent Easter Sunday and stayed at Instituto San Leone Magno. Brother Massimo toured us around different spots in the city such as the Colosseum, the Trevi Fountain, and the Roman Forum. After a few days of visiting Rome, we went to the Vatican. Walking through the incredible St. Peter’s church all during the Easter holiday felt like a dream.
Lastly, we headed to Genova, one of my favorite parts of the trip, where I was able to reunite with the Italian exchange students that came to Chicago. I felt very immersed in the culture as I stayed with an Italian host family, spoke Italian, and attended school with the students at instituto Champagnat. My host family showed me around the area, including a trip to Portofino, and encouraged me to try new foods such as focaccia, pesto, salsa di noci, and a lot of new gelato flavors! We also had a few day trips with the group to a basil farm to learn how to make pesto and to a city on the sea called Camogli.

Overall, this exchange gave me a new world perspective and pushed me out of my comfort zone to practice a different language and experience a different culture. It also allowed me to build lifelong friendships with my exchange partners and experience the Marist family globally. I am so grateful to all the teachers who worked so hard to make this exchange possible, especially Señora Nathan Gamauf, Mrs. Zulato, Mr. Brant, and Brother Massimo. Now having experienced an exchange trip twice at Marist (first traveling with Marist to Barcelona my junior year), I strongly encourage everyone to experience being an exchange student at least once because it is truly life changing.

Here’s the link to the Italy trip video:

https://youtu.be/jZmJQCB2v9k

Grazie  Kaylee

1 5 6 7 8 9 16