Written by Nadia Perazzo

SENTINELLE DELLO CHAMPAGNAT

Buona sera Angelo, come va?

 

Qui bene e siamo di guardia.

 

Ho buttato giù due righe, che ne dici di farle avere agli alunni?

 

Ciao ragazzi, mi riconoscete vero? Sono Fr. Pietro Stò un vecchio preside dello Champagnat degli anni

90… e dopo aver svolto vari servizi per l’Istituto dei Fratelli Maristi negli anni successivi, lo scorso anno

sono stato invitato dai superiori a tornare allo Champagnat, invito che ho accettato molto volentieri ed è dall’interno dell’Istituto Champagnat che vi parlo e qui mi trovo con altri tre fratelli maristi della comunità, Fr.Massimo Radicetti, Fr. Ferruccio Foschi e Fr.  Paolo Penna. Viviamo nell’ultimo piano della scuola, nella parte riservata alla comunità Marista.

Anche noi dobbiamo rimanere a casa e lo Champagnat è la nostra casa.

E’ quasi un mese che non vi vediamo e ci mancate, ci manca il buon giorno, ci manca il vostro vociare sui campetti durante la ricreazione, ci manca il silenzio quando siete in classe, ci mancano gli incontri per le scale e le soste nell’atrio…insomma… questi quattro Fratelli Maristi anziani, abituati da una vita a stare in mezzo ai ragazzi sentono la vostra mancanza.

Quotidianamente ci riuniamo per pregare davanti alla Nostra Buona Madre, alla quale affidiamo ciascuno di voi e le vostre famiglie e tutte le necessità in questo periodo di grosse difficoltà.

 

Ora lo sapete…lo Champagnat non è vuoto! Noi siamo qui e vi aspettiamo!

2 thoughts on “SENTINELLE DELLO CHAMPAGNAT

  1. Ciao Ferruccio,ciao Massimo, ciao Pietro, ciao Paolone, più che sentinelle custodi della saggezza del nostro mondo gialloblu…ieri ho sentito Fr.Gigi e Fr.Sergio (con molta gioia) e ho capito che non ci sono distanze dove regna fiducia,stima e affetto. Il mio più sincero abbraccio a tutti voi. A presto!!

  2. Grazie carissimi Fratelli per il vostro sorriso che ci manca e per le vostre preghiere che sempre ci accompagnano.Più che delle sentinelle mi sembrate 4 luci che ci illuminano la strada nelle notte : GRAZIE.
    Un abbraccio
    laura V.

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.